03/2015 - Blog Utility - Comitato dei Genitori - I.C.S. Maserà di Padova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Verbale riunione Comitato Alimentazione del 23/03/2015

Pubblicato da Mensa in Mensa · 26/3/2015 14:06:43

VERBALE DI RIUNIONE
DEL
COMITATO ALIMENTAZIONE


23 marzo 2015



In data 23/03/2015, presso la Scuola Primaria “Mazzini”, si è tenuta la riunione del Comitato scolastico per l'alimentazione con la presenza di 2 rappresentanti della ditta fornitrice SODEXO.


Elenco delle persone presenti:

Dirigente Scolastico:  Dott.ssa Alessandra Buvoli
Presidente del Comitato Alimentazione: Sig. Guido Tassoni  (cl. 3^ B)
Segretario del Comitato Alimentazione: Sig.ra Serenella Cosenza (cl. 1^ A)
Referente del corpo docente: Maestra Caterina Lazzarotto
Referenti Ditta SODEXO:
Sig. Armando Crivellaro
Sig.ra Lorenza Fasiol
Personale addetto alla distribuzione: Sig.ra Marilena Gallo
Rappresentanti di classe Comitato Alimentazione:
Sig.ra Silvia Cognolatto (cl. 1^ B)
Sig.ra Shavit Vardi (cl. 1^ B)
Sig. Piero Ciancone (cl. 2^ B)
Sig.ra Lisa Pasquetto (cl. 4^ A)
Sig.ra Catia Ruzzon (cl. 4^ B)
Sig.ra Nicoletta Pannocchia (cl. 5^ A)
Genitori autorizzati al controllo mensa:
Sig.ra Doina Schrotzhammer (cl. 3^ A)
Sig.ra Barbara Boscaro (cl. 4^ A)
Sig.ra Silvia Crippa (cl. 5^ A)
Sig.ra Lina La Corte (cl. 5^ A)
Sig.ra Giuliana Longu (cl. 5^ A)
Sig.ra Paola Violato (cl. 5^ A)

La dirigente, apre il dibattito precisando che da quando lei è in carica (3 anni), la ditta è sempre stata molto disponibile al confronto e alla risoluzione di eventuali problemi riscontrati.
Fatta tale premessa, la riunione è stata voluta da lei, in seguito a segnalazioni significative di criticità emerse soprattutto da alcune classi e che, prima di questo ritrovo, la ditta aveva già risposto e spiegato alcuni punti critici per iscritto (via mail), di seguito, sono elencate le materie di discussione odierne.

ORDINE DEL GIORNO:

1. Criticità mensa emerse da alcune classi
2. Sostituzione alcuni piatti
3. Menù primaverile
4. Varie ed eventuali

PASTA IN BIANCO
La pasta in bianco che viene inviata a scuola come primo alternativo al primo del giorno, risulta essere scondita, secca e dura.
La ditta spiega già per iscritto che la pasta, inviata in contenitori mezzo Gastronorm di alluminio, perde di umidità e pertanto diventa dura e cambia colore passando da giallo chiaro a giallo ocra, tale processo è tecnicamente denominato vetrificazione. Il presidente specifica che se è vero che la pasta in bianco è una variazione che serve per permettere ai nostri figli di avere una scelta, perché mandarla così poco appetibile dal momento che sono consapevoli di tale processo? Perché non confezionarla in mono porzione (vaschette sigillate)? Inoltre, se la SODEXO è consapevole di tale processo, perchè continuano a mandarla lo stesso? Il Sig. Crivellaro risponde che se la pasta in bianco viene ordinata, loro la mandano. Specifica inoltre che l'idea della mono porzione è buona ma purtroppo, la qualità è diversa a quella in pluriporzione perché quando la si apre si deve attendere qualche minuto necessario per far andare via l'odore di plastica, della termo sigillatura ecc.
Si apre dunque un nuovo e grosso problema, i bambini che devono seguire una dieta per cui è obbligatoria la mono porzione, non mangiano perché la pasta non è appetitosa e di conseguenza viene buttata.
Una mamma interviene dicendo che la pasta cambia aspetto riportando l'esempio dei sedani rigati che, al momento della somministrazione, non avevano più le righe e che quindi, a suo avviso, viene usata una pasta di bassa qualità, che lei trova anche presso comuni Discount. Suggerisce quindi di utilizzare una pasta un po' più costosa che conservi comunque le sue caratteristiche anche dopo la cottura.
La sig.ra Fasiol, specifica che la pasta usata è la Arco, marchio presente anche nei supermercati. La linea, adatta alla grande ristorazione, tuttavia, viene prodotta con grano diverso da quella che viene venduta nei negozi, inoltre, per le minestre, vengono usati sempre i ditalini che ben si prestano a questo tipo di cottura.
In conclusione:
- quando ci sono le minestre, la pasta in bianco sarà con la stesso formato di quella delle minestre (ditalini);
- per evitare gli sprechi, visto che ogni giorno vengono buttati grandi quantitativi (più di una vasca intera) e il problema della pasta in bianco si verifica quando vi sono le zuppe o le minestre, si provvederà a limitare la quantità di quest’ultime ed aumentare la quantità di pasta in modo che possa essere portata in contenitori idonei.
Si tiene a precisare che la temperatura delle pietanze (primi e secondi), per essere a norma igienico-sanitaria, deve essere tra i 60 e i 65 gradi e mai inferiore. Se la temperatura, durante la somministrazione si alza, non c'è problema, l'importante è che non si abbassi.
Quando la pasta arriva nei piatti che sono freddi e non riscaldati, inevitabilmente si perde un po' di calore. Se la pasta è tanta sarà più calda ma se il bambino ne prende poca, si raffredderà molto più in fretta.

GRANA PADANO GRATTUGIATO
Viene usato soprattutto per alcuni piatti ma a volte le ultime classi restano senza. Si propongono le bustine monodose ma non sono salutari e a volte il formaggio non è proprio di qualità.
Si opterà per delle formaggiere a  fori in modo da limitare gli sprechi messe in due punti della mensa. Inoltre non verrà messo fuori tutto subito ma scaglionato così le ultime classi non resteranno senza.

FRUTTA E DESSERT
E' successo che sia arrivata frutta non buona, acerba o troppo matura, a volte troppo fredda come se fosse congelata.
La ditta risponde dicendo che le addette lavorano ogni mattina dai 300 ai 400 Kg di frutta e che qualche pezzo può sfuggire. In ogni caso, la Sig.ra Fasiol controlla personalmente le forniture che arrivano fresche ogni mattina e a volte le è capitato di farsi sostituire dai fornitori della frutta non buona.
Si chiede di variare di più la frutta che arriva. La SODEXO propone allora qualche giorno la macedonia e un nuovo prodotto, purea di frutta 100% servita in comode vaschette monodose.
I presenti accettano di buon grado la proposta chiedendo però di eliminare i dessert. Il Sig. Tassoni ricorda ai presenti che da Capitolato, la ditta dovrebbe fornire frutta fresca tutti i giorni. Inoltre afferma che quando c'è il budino, i bambini non mangiano il pasto per la fretta di consumare il dessert, producendo così un effetto contagio e uno spreco inaudito.
Dopo varie polemiche si raggiunge l'accordo di eliminare tutti i dessert tranne yogurt e torta margherita, che saranno proposti alternati una volta a settimana.

PIZZA
Le rappresentanti della classe quinta ritengono che la pizza sia un altro fattore di alta criticità.
A loro avviso, la pizza risulta essere troppo alta e poco appetibile. A volte è inzuppata e diventa molliccia perché viene mandata sovrapposta.
La mozzarella sembra una pellicola di plastica che i bambini tolgono, finendo così a mangiare solo pasta. Chiedono pertanto di usare una mozzarella qualitativamente superiore.
La SODEXO precisa che la mozzarella utilizzata è della Galbani o della Granarolo,  la pizza non viene mandata sovrapposta ma in teglie singole da 6 pezzi ciascuna e che non bisogna pensare alla pizza di pizzeria per fare un confronto ma piuttosto a quella in teglia o da panificio.
La Sig.ra Gallo afferma che a volte la sovrappongono loro al momento della distribuzione al fine di cambiare le teglie vuote con quelle piene.
La maestra Lazzarotto suggerisce che il fatto che si formi una pellicola è perchè c’è tanta mozzarella, il che è positivo.
Il Sig. Tassoni afferma che invece a suo avviso la pizza è gustosa e croccante.

CONDIMENTI LIBERI
Ci sono ancora troppi bambini che usano il sale in modo improprio ed esagerato producendo così l'effetto tanto lamentato e cioè di buttare il cibo.
La Sig.ra Cosenza propone di utilizzare bustine monodose. La ditta si attiverà per procurarle.
Chiediamo nuovamente le bottiglie da mezzo litro di olio chieste già a dicembre e previste nel Capitolato.

PANE
Si fa presente che a volte il pane viene dispensato con le mani da alcune maestre e che, pur essendo sicuri che la mani siano state accuratamente lavate,  non è affatto igienico.
Da capitolato inoltre, il pane dovrebbe essere messo sui singoli tavoli e non in un'unica cesta vicino ai condimenti.
La Sig.ra Gallo afferma che non c'è tempo per fare anche questo servizio quindi si propone di lasciare il pane dove sta e mettere dei guanti monouso e disposizione delle maestre per prenderlo nonostante sia già presente una pinza nella cesta.

PASTA E FAGIOLI
E' stato rilevato che un giorno il brodo della pasta e fagioli non era del tutto frullato. La ditta conferma che si era rotto il macchinario che frulla.

PROSCIUTTO COTTO
Qualche mamma ha chiesto che tipo di prosciutto cotto viene utilizzato nel menù in bianco, la Sig.ra Fasiol specifica che si tratta di cotto Galbani che non ha lattati, caseinati, polifosfati, quindi adatto anche agli intolleranti.

EDUCAZIONE ALIMENTARE
Si ribadisce il fatto che sia a casa che in alcune classi della scuola, manca una corretta educazione alimentare.
Si esortano nuovamente genitori e insegnanti a incentivare, pubblicizzare e sostenere il consumo di frutta e verdura, che è sicuramente da preferire alle svariate merendine ricche di grassi idrogenati, olio di palma,conservanti e coloranti.
Si chiede a tutti i genitori di collaborare al fine di dare merende più sane e meno sostanziose, in questo modo, i bambini, arriveranno più affamati al pranzo.

PROPOSTE PER SENSIBILIZZARE I BAMBINI A NON BUTTARE IL CIBO
La SODEXO propone di fare un paio di pomeriggi di formazione con i bambini e i genitori oppure un concorso a premi finalizzato a premiare la classe che butta meno cibo.
La maestra Lazzarotto esprime alcune perplessità basandosi sulla formazione che era già stata fatta in passato, c'era stata scarsa partecipazione.
Propone invece di fare dei laboratori di assaggio.
La Sig.ra Cosenza propone anche una sorta di questionario da somministrare ai bambini per capire davvero cosa piace e cosa non piace.

CONTROLLI IN MENSA
Il presidente chiede alla ditta di fare qualche controllo in mensa in modo da verificare personalmente la situazione. La Sig.ra Fasiol conferma che il primo controllo  sarà effettuato il 14 aprile 2015. Inoltre ricorda a tutti gli addetti al controllo, che possono chiedere in qualsiasi momento le temperature da farsi con termometro a sonda già in possesso delle inservienti.

MENU' DI PASQUA E MENU' PRIMAVERILE
A breve verrà pubblicato sul sito della scuola il nuovo menù primaverile.
L'ultimo giorno di scuola, prima delle vacanze Pasquali, ci sarà un menù speciale che verrà comunicato in seguito.

Non essendoci altri punti da chiarire, il Presidente chiude la riunione alle ore 19:00.


                    Il Segretario:                                                Il Presidente:
           Sig.ra Serenella COSENZA                              Sig. Guido TASSONI




Torna ai contenuti | Torna al menu